Feed RSS

Quarta

Quarta

Quarta di copertina

Filosofia sessuale è una persona in carne e spirito non un tema, un concetto né una nuova materia universitaria. E’ un’idea in divenire.

Sicuramente è la mia “seconda” identità o forse la vera identità.

In ogni caso è quella che mi resta, che respira ancora dentro me, che non riesce più ad uscire e che non vorrei far morire.

E’ l’unica parte “visibile” (ma anonima) della mia persona che riesce ancora ad esprimere la gioia, la serenità, il gioco, l’allegria della denuncia dei luoghi comuni spingendo il pedale della conoscenza della vita a tavoletta. Incurante e sorda alla realtà triste che avvolge la prima, fatta di sconfitte sociali, etiche e culturali.

Nella (mia) vita quotidiana questa identità interiore non c’è più, da tempo, non riesce ad emergere, esprimersi, né tantomeno respirare. Non voglio che muoia come la prima.

Non si sveglia più con me ma prende forma quando arrivo in “sala rianimazione”: quando lascio per sfinimento il mondo e la vita che mi è rimasta. E’ la formula per sopravvivere. La rete e l’anonimato fanno il resto. Poi, una volta lasciata la tastiera e spento lo strumento, filosofia sessuale evapora, svanisce. Scompare dalla realtà. Non c’è più.

L’identità “pubblica”, quella civile, relazionale, professionale, è morta da tempo, di inutilità. Molti anni. Ormai è invisibile anche ai raggi infrarossi ed alla lampada di Robert Wood.

Filosofiasessuale non è una identità virtuale: è la mia, quella vera, quella che non vuole mollare. Quella che ho sempre avuto e voluto mantenere. Sempre. Quella che nessuno più ascolta. Quella che a nessuno interessa. Quella pericolosa perché parla e dice ciò che pensa. Quella che molti hanno conosciuto ed amato e per la quale non c’è più spazio né futuro.

Mi rallegro così, rallegrandomi (da idiota e in solitudine) di strapparvi un sorriso. Io che non sorrido più. Un sorriso che ha affascinato molte persone e che tanti (ancora) ricordano.

Un sorriso che non c’è più, mi resta il vostro; dopo il mio, momentaneo, quando scrivo.

Buon divertimento.

Annunci

»

  1. ti laiko anche se è una pagina bianca e non mi caghi

    Rispondi
  2. Likatore, tu mi liki come sei.
    Just the way you are.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

La mina vagante

Perché vagare è il mio mestiere

Passaggi Mimetici

Sabrina Campolongo. Writing.

CapeHorn

... Noi felicemente pochi. Noi questa banda di fratelli. Che mettono la faccia dove gli altri non mettono neppure un piede. - It ain't over till it's over

maplesexylove

_Fall in love with style_

Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

FUCKLOVE

Questo sito WordPress.com è il migliore che ci sia

Harrison Fiat

4 dentisti su 5 raccomandano eldindondero perchè i suoi baci puliscono le gengive

junk

a literary fix